Questo sito utilizza cookie anche di terze parti per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Vacanze in barca a vela in Grecia: gli itinerari di viaggio

Vacanze in barca a vela tra le isole della Grecia e della Croazia (Isole Ioniche) in compagnia di skipper esperti (imbarco ogni sabato)

vacanze in barca a vela in grecia

Corfu’, Paxoi, Lefkas, Cefalonia, Itaca, Zante. Omero, Ulisse, Corinzi, impero bizantino, romani, veneziani, turchi, francesi, inglesi, ulivi, pini, rocce scoscese, lagune, spiagge di sabbia bianca, acque cristalline, mare blu. tutto quanto ti puo’ dare una vacanza in barca a vela in questa parte di mediterraneo dove culture e arti si susseguirono, dove in un contrasto di colori , terra, mare e cielo, si uniscono. una vacanza che, trascorsa in barca a vela, ti permette di immergerti completamente nella natura e nella cultura di questo paese.

Corfù

La piu’ settentrionale delle isole ionie,  la sua posizione l’ha resa un punto di passaggio fondamentale tra gli antichi commerci con l’oriente  e i mercati del mediterraneo occidentale ; per questo causa di scontri e incontri di culture che hanno lasciato il loro segno e tutt’oggi  si possono cogliere particolari veneziani, bizantini, francesi e inglesi.  Dall’architettura  (le imponenti mura del castello veneziano; nel centro,  una seconda rue de rivoli parigina) alla sua vegetazione, ( gli ulivi fatti piantare dai veneziani perche’ gli abitanti potessero pagare le tasse in olio d’oliva), alla cucina e lo sport (le focaccine all’uvetta, la birra allo zenzero ed  il gioco del cricket usanze inglesi).

Senza tralasciare l’importanza del sapore mitologico di questo mare: l’origine del suo nome, zeus e la divinita’ io,;  la sua identificazione come l’isola omerica, terra dei feaci, i mitici navigatori che riportarono ulisse alla nati’a itaca. Insomma tutto questo e’ quanto vi faremo rivivere veleggiando tra le incantevoli  acque di corfu’, tra spiagge e baie dall’aspetto  ancora incontaminato.

   

Paxos

La piu’ piccola delle isole ionie, ricoperta di ulivi fatti piantare dai veneziani e’ oggi famosa per la produzione dell’olio d’oliva.ma anche per l’acqua trasparente e cristallina che le sue baie ci sanno offrire non mancheremo di gettare l’ancora nella piccola e caratteristica baia di Lakka dove sembra di immergersi in una piscina. e di sostare nel vivace e caratteristico villaggio di porto gaios situato all’interno di un piccolo fiordo naturale.

   

Lefkas

Il benvenuto a Lefkas arrivando da nord ci viene dato dalle imponenti mura della fortezza medievale  bisogna attendere l’apertura del ponte per entrare nel canale che la separa dalla grecia continentale per arrivare alla cittadina di Lefkas, centro culturale dell’isola.Molte sono le possibilita’ di acoraggio che ci offre la costa orientale di Lefkas, al riparo dal maestrale, il vento dominante durante il periodo estivo in questo tratto di mare occupato dalle isole ionie: a Nidri troviamo la “baia tranquilla”; proseguendo una sorta di laguna dall’acqua trasparente, Ormos Vlikho; di fronte, l’isola di Skorpios che ci riporta il nome di Aristotele Onassis che ne fece la sua residenza estiva. ad est di skorpios l’isola di meganisi ricoperta di ulivi e cipressi qui la navigazione diventa molto affscinante: da un lato le alte sponde a picco sul mare di Lefkas, dall’altra le dolci colline di meganisi orlate da spiagge: sembra di navigare su un lago! proseguendo, a sud dell’isola troviamo un altro ancoraggio molto suggestivo: sivota, un fiordo naturale.

   

Itaca

Anche ad itaca respiriamo un affascinante atmosfera: l’isola che omero ci racconta come patria di ulisse, l’eroe che solcò  i mari, simbolo dell’avventura e della coscienza. Il paesaggio: montagne dirupate brulle e rocciose, vallate verdeggianti ricoperte da ulivi secolari e cipressi, innumerevoli baie protette dal vento contornate da spiagge di sabbia bianca.

   

Cefalonia

La piu’ grande delle isole jonie dove troviamo numerose testimoniane archeologiche di un passato glorioso. La navigazione si sviluppa lunga la costa est dell’isola attraverso il canale che la separa da Itaca, raggiungendo innumerelovi baie e calette. Fiskardo vivace paesino a nord ci offre un ormeggio all’interno di un fiordo naturale, contornato da ristorantini e negozi tipici.

   

Zante

La piu’ meridionale delle isole bianche, scogliere, la sabbia bianca, la trasparenza dell’acqua continuano ad essere presenti nel prosieguo della nostra navigazione. Terra natale di Ugo Foscolo, come Corfu’ anche Zante, grazie alla sua posizione, rappresentava un avamposto importante pe il controllo delle rotte verso sud. Terra di lotte e vari domini, fu per i veneziani “il fiore del levante”: a testimonianza di cio’, racchiusa dalle montagne, una fertile piana coltivata a vigneti, fichi, ulivi, aranci e limoni. Zante e’ famosa anche per essere luogo di riproduzione delle tartarughe caretta caretta, che vengono a depositare le uova sulla spiaggia di lagana. Anche le isole minori Kalamos, Kastos, Atoko offrono ancoraggi non da meno, frequentabili in condizioni meteo tranquille.

   

Richiedi informazioni per la Grecia (Isole Ioniche)

Email:
Oggetto:
Messaggio:
Quante zampe hanno i gatti?